Il Migliore

Il rum è distillato dalla melassa della canna da zucchero, la sua storia è la storia dello zucchero.
rv_colombo

Il Rum è il distillato della melassa della canna da zucchero; la sua storia è la storia dello zucchero. Nel 1493 Cristoforo Colombo raccolse delle piantine di canna da zucchero alle Canarie durante il suo secondo viaggio in America, e le trapiantò nelle isole caraibiche. I Caraibi si mostrarono l’ambiente ideale per lo sviluppo di questa coltura, che si diffuse su tutta l’area in virtù dell’insaziabile richiesta di zucchero dei paesi europei, che spronarono lo sviluppo delle piantagioni. Nel 1600 si sviluppò il fenomeno definito il “Triangolo del Mercantilismo”, triangolo commerciale brutale, dove dall’Europa si navigava in Africa Centrale per imbarcare schiavi da condurre nelle piantagioni caraibiche; qui lo zucchero prodotto veniva caricato sulle navi ed immesso nei mercati europei. Negli zuccherifici venivano triturate le canne, raccolto il succo che, una volta bollito formava pezzi di zucchero cristallizzato. Il succo rimanente non solidificato prendeva il nome di “melassa”, la cui composizione al 50% è zucchero; dalla fermentazione nasce il primo alcool da canna da zucchero, utilizzato per sopportare le fatiche inumane della vita nelle piantagioni. Diverrà anche l’elemento principale per le cerimonie della Santeria, religione nata per celebrare all’ombra dei santi cattolici, gli dei animisti africani. Con la scoperta e la conquista dell’America nel 1492, si chiude il medioevo e comincia l’era moderna.


La “benzina” della storia fu il Rum
rv_tagliatori_zucchero

E’ documentato fin dall’inizio del 1600 l’utilizzo della melassa in fermentazione e in distillazione; l’esplosione del rum fu immediata, e la così detta “bevanda del diavolo” divenne la bevanda più consumata da pirati e corsari che infestavano i Caraibi e le coste dell’America. Nel 1655 la flotta britannica sostituì la razione quotidiana di brandy francese con rum. Nel 1740 per contenere gli effetti del rum sui marinai l’Ammiraglio Vernon inventò il primo cocktail, il “Grog”, mescolando una pinta di rum con tre pinte d’acqua; in seguito fu aggiunto limone per combattere lo scorbuto. Il corpo di Horatio Nelson, ucciso nella battaglia di Trafalgar venne conservato in una botte di rum per poterlo trasportare in Inghilterra. Nel 1789 George Washington, pronunciò il suo primo discorso in qualità di Presidente degli Stati Uniti, in piedi su una botte di rum. Per un certo periodo anche in Europa il rum divenne moneta corrente alla stregua dell’oro. Le stime del consumo di rum nelle colonie americane prima della guerra d’indipendenza, stabilivano un consumo pro capite per ogni uomo-donna bambino di 13 litri e mezzo annui. Sino alla metà dell’800 i rum erano distillati forti, scuri ed impuri. La Commissione Reale di Sviluppo Spagnola emise un bando per finanziare colui che fosse riuscito a migliorare la qualità del prodotto. La personalità più importante in questo processo fu Don Facundo Bacardi, che inaugurò nuove tecniche di distillazione, di filtraggio con il carbone vegetale, di coltivazione differenziata di lieviti specifici e d’invecchiamento in botti di rovere. Con i finanziamenti della Casa Reale Spagnola Don Facundo fondò a Santiago de Cuba nel 1862 la Distilleria.


Ron Varadero: figlio “nobile” di Don Facundo Bacardi
rv_don_facundo_bacardi

Nasce a Santiago de Cuba il “Rum Tradizionale”, detto anche “Industriale” perché nasce dalla melassa frutto della lavorazione della canna da zucchero. Detto ” Ron Ligero” perché pulito, secco ed invecchiato, con aromi fini che esaltano la degustazione. Per la prima volta nella storia del Rum si creano le batterie d’invecchiamento di 5, 10 e 15 anni, nasce in questa Distilleria l’invecchiamento del Rum. È questo il prodotto che in un secolo e mezzo di storia ha conquistato il mondo, rendendo celebre per questo Santiago de Cuba detta la Cuna del Ron Ligero, la Culla del Rum. Nel 1959, gli eredi Bacardi, che precedentemente avevano registrato il marchio nelle isole Bahamas, abbandonano Cuba. Tuttavia le maestranze continuarono a lavorare nella distilleria tramandando alle generazioni successive esperienza e conoscenza, patrimonio degli attuali Maestri roneri che continuano a garantire la più alta qualità del famoso Ron Cubano. Ron Varadero nasce come marca prodotta dall’antica Distilleria di Santiago de Cuba alle quali ci si richiama nel fregio del “sole rosso”.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi